La Chiesa

La chiesa gotica a croce latina è stata rimaneggiata lungo i secoli. Vi si accede attraverso un portale gotico chiuso con un portone risalente al 1546. All’ingresso sulla sinistra, vi e’ uno splendido Crocifisso in legno del ‘700, mentre sulla parete destra vi sono tre sculture lignee che formano un trittico all’interno di nicchie ricavate nello spessore della muratura. La prima statua, partendo da sinistra, del 1514 raffigura San Sebastiano: l’opera e’ attribuita a Giovanni da Nola, le altre due statue raffigurano San Bonaventura da Bagnoregio,riprodotto in busto ligneo risalente al ‘700 e San Biagio a figura intera del 1500.

La navata della chiesa, in corrispondenza degli altari laterali e’ decorata con tele risalenti al XVIII secolo e raffiguranti a destra: S. Chiara da MontefeltroS. ChiaraS. Anna con la Madonna bambina ed a sinistra: S. Antonio AbateS. Lucia, e l’Adorazione dei pastori. Nel lato sinistro del transetto e’ collocata una scultura lignea risalente al ‘600 e raffigurante San Francesco che regge con la mano destra il Crocifisso e con la mano sinistra un libro. Sul bellissimo altare dell’Immacolata è posta la tavola raffigurante l’Immacolata Concezione. Sull’altare maggiore e’ stata recentemente posta una copia dell’icona centrale del trittico di Andrea da Salerno, raffigurante Il matrimonio mistico di Santa Caterina d’Alessandriail cui originale e’ conservato nella pinacoteca.